Comune di Carrodano

Calendario Eventi

« Agosto 2017 »
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Contesto Pagina

In primo piano

Informativa sugli scarichi fognari

Informativa sugli scarichi fognari

Questa nota informativa vuole fare il punto sugli adempimenti previsti per gli scarichi di acque reflue domestiche e/o assimilate.

Innanzitutto per acque reflue domestiche si intendono le acque reflue provenienti da insediamenti di tipo residenziale e da servizi e derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e da attività domestiche.
Ai sensi della vigente normativa regionale (L.R. 16 agosto 1995, n.43) devono essere obbligatoriamente allacciati alla pubblica fognatura gli scarichi di acque reflue domestiche situati a meno di 300 mt. di distanza da essa e/o con un dislivello minore o uguale a 20 mt. rispetto alla stessa (ad eccezione degli edifici con scarichi realizzati - cioè abitabili - prima del 7/10/1982, per i quali la distanza da considerare è di 150 mt. ed il dislivello di 10 mt.).

Se uno scarico, pur rientrando nell'obbligo di allaccio, non fosse allacciato è necessario provvedere al più presto al collegamento alla pubblica fognatura dopo aver ottenuto dai preposti uffici comunali l'autorizzazione di allaccio.

La richiesta di allaccio alla rete fognaria dovrà essere effettuata al Comune di Carrodano.

Per gli scarichi che non ricadono nell'obbligo d'allaccio alla rete fognaria, sussiste comunque l'obbligo, prima della loro realizzazione di richiedere al Comune l'autorizzazione allo scarico.

Quindi, tutti coloro, che pur non avendo l'obbligo di allacciare gli scarichi alla pubblica fognatura, ma che effettuano comunque scarichi di acque reflue domestiche devono dotarsi di autorizzazione allo scarico.

L'autorizzazione è rilasciata al responsabile (proprietario dell'abitazione e/o titolare dell'attività) dello scarico.

In base alla legge (D. Lgs 152/06) le autorizzazioni allo scarico non sono senza termine di scadenza ma valgono quattro anni; un anno prima della scadenza ne deve essere richiesto il rinnovo.

Chi è pertanto titolare di scarichi che non recapitano in pubblica fognatura è opportuno che controlli di essere in possesso dell'autorizzazione definitiva allo scarico e che questa non sia scaduta.

Nel caso lo scarico sia stato autorizzato provvisoriamente, il titolare, una volta realizzato l'impianto di trattamento delle acque reflue in conformità all'autorizzazione provvisoria allo scarico, deve, prima dell'attivazione dello scarico, richiedere il rilascio dell'autorizzazione definitiva allo scarico.

Nel caso lo scarico non sia mai stato autorizzato il titolare dovrà procedere quanto prima a fare richiesta al Comune di autorizzazione provvisoria allo scarico allegando tutta la documentazione necessaria per l'istruttoria della pratica.

Le autorizzazioni allo scarico rilasciate prima del 13.06.1999 sono decadute; il titolare dovrà pertanto richiedere il rilascio di una nuova autorizzazione.

Le autorizzazioni allo scarico rilasciate dopo il 13.06.1999 hanno una validità di quattro anni e, un anno prima della sua scadenza, il titolare ne dovrà richiedere il rinnovo al Comune.

Detto quanto sopra si raccomanda pertanto di verificare dapprima se il proprio scarico sia soggetto o meno all'obbligo di allaccio alla rete fognaria secondo i parametri di distanza e dislivello sopra indicati; qualora ne sussista l'obbligo accertarsi dell'effettivo allaccio alla rete fognaria.

Qualora lo scarico si trovi ad una distanza e dislivello tale da non farne scattare l'obbligo di allaccio alla rete fognaria, il titolare dovrà accertarsi di essere in possesso dell'autorizzazione definitiva allo scarico in corso di validità.

Si invita caldamente ad effettuare tali verifiche in quanto ai sensi della normativa vigente chiunque apre o comunque effettua scarichi di acque reflue domestiche senza l'autorizzazione è punito con la sanzione amministrativa da Euro 6.000,00 a Euro 60.000,00, che nell'ipotesi di scarichi relativi ad edifici isolati adibiti ad uso abitativo la sanzione è da 600 euro a 3.000 euro.

Il fac-simile della domanda di autorizzazione allo scarico unitamente all'elenco della documentazione da allegare alla stessa potranno essere ritirati presso l'Ufficio Tecnico Comunale, al quale i cittadini potranno fare riferimento per informazioni in merito al contenuto della presente informativa.

Tel. 0187.893324 - Fax 0187.893900 - Email alberto.alberti@comunecarrodano.it.it

Apertura al pubblico:
Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Avviso scarichi (133 Kb - pdf)


Validatori